Radios and podcasts : Tag Culture

All
  • Logo of radio station France Culture

    France Culture

    C'est pour vous !

  • Logo of radio station ORF FM4

    ORF FM4

    THE Austrian Alternative Youth Culture Station.

  • Logo of radio station Radio Panorama

    Radio Panorama

    La voix de la Méditerranée, vous arrive là où vous êtes

  • Logo of the podcast La 1ère - Haute définition

    La 1ère - Haute définition

    Tous les dimanches, plongez au coeur du débat éthique et philosophique.

  • Logo of the podcast La 1ère - Les beaux parleurs

    La 1ère - Les beaux parleurs

    Talk show présenté par Michel Zendali.. Fichiers audio disponibles durant 30 jour(s) après diffusion.

  • Logo of the podcast La 1ère - Le mot du jour

    La 1ère - Le mot du jour

    D’où viennent les mots de l’actualité ? Quelle est leur histoire et leur sens caché ? Chaque matin, Georges Pop décortique un mot qui fait l’actualité..

  • Logo of the podcast La 1ère - Sous les pavés

    La 1ère - Sous les pavés

    Entretien avec une personnalité du monde culturel ou académique pour partager son expérience et son regard sur le monde. Une émission de Laurence Difélix et Anik Schuin.

  • Logo of the podcast La 1ère - Quinze minutes

    La 1ère - Quinze minutes

    Le magazine de reportage de la rédaction cherche à offrir une perspective, dépourvue de didactisme, que la presse écrite ou la télévision ne peuvent pas apporter.

  • Logo of the podcast Rete Due - Enrico Pieranunzi: Il mio jazz

    Rete Due - Enrico Pieranunzi: Il mio jazz

    Nato a Roma nel 1949, Enrico Pieranunzi è da molti anni tra i protagonisti più noti ed apprezzati della scena jazzistica internazionale. Pianista, compositore, arrangiatore, ha registrato più di 70 Cd a suo nome spaziando dal piano solo al trio, dal duo al quintetto e collaborando, in concerto o in studio d’incisione, con Chet Baker, Lee Konitz, Paul Motian, Charlie Haden, Chris Potter, Marc Johnson, Joey Baron e molti altri. Pluripremiato come miglior musicista italiano nel “Top Jazz” annualmente indetto dalla rivista “Musica Jazz” e come miglior musicista europeo (Django d’Or, 1997), Pieranunzi ha portato la sua musica sui palcoscenici di tutto il mondo: pochi giorni dopo essere stato ospite nei nostri studi, ad esempio, è salito sul palco del mitico Village Vanguard di New York con il suo nuovo trio, che si completa con Scott Colley al contrabbasso e Antonio Sanchez alla batteria, per presentare al pubblico americano il cd Permutation.

  • Logo of the podcast Rete Due - Spassiunatamente

    Rete Due - Spassiunatamente

    L’abbiamo conosciuto fin dai primi anni ’80 come leader degli Avion Travel, una delle più creative formazioni nate a cavallo fra canzone d’autore e musica rock. E poi l’abbiamo seguito nel suo percorso artistico, fra cinema, teatro e canzone, istrionico e comunicativo come pochi, sempre capace di coniugare la tradizione melodica del suo meridione con la leggerezza e la grazia della poesia, incarnando nel contempo gesto e voce, incanto favoloso e impegno civile.

  • Logo of the podcast Rete Due - Tutto scorre

    Rete Due - Tutto scorre

    Storie di 3 fiumi, di tante guerre e di un po’ di pace

  • Logo of the podcast Rete Tre - I 10 peccati capitali

    Rete Tre - I 10 peccati capitali

    I soliti 7 vecchi vizi + 3 vizi “moderni” (ritardite, frettite, smartphonite). Con il pretesto di raccontare le umane debolezze, torna Franco Lurà per parlare di noi Svizzero italiani, del nostro territorio, della nostra storia e del nostro presente. Una trasmissione rigorosamente in dialett (i dialetti della Svizzera italiana) e allegramente costruita insieme a voi e al dialetto del vostro distretto / paese.

  • Logo of the podcast Rete Uno - Ogni maledetto sabato

    Rete Uno - Ogni maledetto sabato

    Un personaggio di grande appeal, la sua storia particolare, il suo profilo personale, i suoi punti di vista e le sue riflessioni, il suo mondo pubblico e quello privato, i suoi valori, le sue debolezze e i suoi desideri. Ogni maledetto sabato, Elena Caresani e Nicolò Casolini incontrano un ospite diverso, che si racconta a tutto campo rispondendo alle domande, agli stimoli, alle punzecchiature del conduttore. Due ore di conversazione intensa, empatica e simpatica, con qualcuno che vale la pena scoprire o riscoprire. Con l’accompagnamento del pubblico e con tanta, tantissima buona musica.

  • Logo of the podcast Rete Uno - Prima che sia troppo rock

    Rete Uno - Prima che sia troppo rock

    Il 12 Aprile del 1954, Bill Haley & The Comets registrano Rock Around The Clock. È il giorno in cui, per convenzione, tutti fanno risalire la nascita del Rock&Roll, termine inventato da Alan Freed, il padre di tutti i Disc-Jockeys radiofonici (anche se i puristi ritengono che la data di nascita del Rock&Roll sia il 4 Gennaio 1954, quando un giovane camionista di nome Elvis Presley, diede il suo indirizzo a Sam Philips, il proprietario degli studi di registrazione 'Sun Records' a Memphis). Da quella data avvenne una svolta epocale, sia musicale che sociale. Prima che sia troppo... Rock e' il racconto cronologico di un lungo viaggio che parte da quel lontano 1954, un viaggio che ha attraversato mode e rivoluzioni culturali, proseguendo sempre sui binari della musica di qualità.

  • Logo of the podcast Rete Due - Accordi e disaccordi

    Rete Due - Accordi e disaccordi

    Il titolo, preso in prestito da Woody Allen, si riferisce al dibattito intorno all’interpretazione musicale in ambito classico. La valutazione di una novità discografica passa attraverso il confronto guidato con altre interpretazioni, spesso tratte da registrazioni di riferimento. Ogni puntata si conclude con una strizzata d’occhio: l’ascolto della “traccia peggiore della settimana”.

  • Logo of the podcast Rete Due - Birdland

    Rete Due - Birdland

    Il salottino del jazz di Rete Due propone ogni settimana un approfondimento, in più puntate dedicato, alla storia e alla cultura della musica afroamericana. Singoli artisti, movimenti, ambiti geografici, strumenti o stili particolari, vengono illustrati dagli ascolti scelti con cura e dai preziosi commenti, affidati a riconosciuti esperti della materia.

  • Logo of the podcast Rete Due - Antenna svizzera

    Rete Due - Antenna svizzera

    L’articolo o il reportage dei quotidiani svizzeri di lingua francese e tedesca che più ha colpito. A colloquio con l’animatore di Rete Due per raccontarlo e spiegarlo, a rotazione, giornalisti noti e meno noti d’oltre San Gottardo che sanno esprimersi in italiano.

  • Logo of the podcast Rete Due - Clandestini per scelta

    Rete Due - Clandestini per scelta

    Si fa presto a dire “musica indipendente”, ma di cosa si tratta? È un universo assai variegato, un dedalo di modi, stili e stilemi, di generi ed approcci originali al fare musica. Molti gioielli d’invenzione sonora si nascondono troppo spesso alle nostre orecchie, clandestini per scelta in attesa di essere scoperti dall’ascoltatore più curioso e smaliziato. Tesori emersi dal passato, sperimentazioni del presente e curiosità senza tempo. Ovvero, ciò che si agita settimanalmente ai margini del mercato discografico.

  • Logo of the podcast Rete Due - Domani è un altro giorno

    Rete Due - Domani è un altro giorno

    Magazine settimanale consacrato agli spettacoli - il cui titolo richiama una delle pellicole cinematografiche più celebri, Via col Vento - invita gli ascoltatori a pensare al cartellone del week- end e a programmare gli appuntamenti cui partecipare in prima persona. Dinamico, leggero, ma ricco di informazioni e di opinioni, mira a diventare un punto di riferimento per l’agenda degli spettacoli della Svizzera Italiana. Si occuperà di teatro, di concerti, di cinema, e lo farà con un taglio assolutamente non neutrale: l’intento è di proporre analisi e opinioni ben profilate, di consigliare e sconsigliare. Il tutto garantendo naturalmente, sull’arco dell’anno, pluralità di giudizi. Sentiremo stroncature, plausi, dubbi, promozioni a pieni voti e bocciature.

  • Logo of the podcast Rete Due - Cultura oggi

    Rete Due - Cultura oggi

    Nella frenesia di questa nostra contemporaneità, dominata da un costante flusso di notizie, Cultura oggi si caratterizza come breve sintesi della giornata. Vuole essere una sorta di taccuino sul quale annotiamo per voi i fatti che meritano attenzione in ambito strettamente culturale: romanzi, saggi e raccolte poetiche; mostre; spettacoli teatrali locali, nazionali e internazionali; film. Ma anche i fatti che riguardano la politica culturale, il costume e la società; senza dimenticare i personaggi che fanno tendenza e sanno raccontare il Terzo Millennio. Pochi minuti per avere tutto ciò che la cultura ha prodotto in giornata, in una formula che unisce contenuti, ritmo e fruibilità.